AIMAD   ESCE VENERDÌ 20 SETTEMBRE IL NUOVO SINGOLO “4:15”

AIMAD ESCE VENERDÌ 20 SETTEMBRE IL NUOVO SINGOLO “4:15”

IL RAPPER TORNA CON UN BRANO
MOSTRANDO UNA PARTE DI SE
INEDITA E PIU MATURA
 
E' disponibile da oggi venerdì 20 settembre su tutte le piattaforme digitali
“4:15”, il nuovo inatteso singolo di AimaD!
Un testo, ma soprattutto un video capaci di emozionare, dove il rapper appare più sicuro e centrato, 
lasciando l'inquietudine per uno stato d'animo più maturo e romantico, trasferendo in versi momenti reali d'amore.

 

Dopo la bella performance come opening di Mahmood, lo scorso 10 luglio al Festival dei due Mondi di Spoleto, AimaD torna a sorpresa con un nuovo singolo non contenuto ne “LA FOLLIA DELL'ESISTERE” pubblicato a giugno. Questo nuovo brano è stato dettato dall'esigenza di aggiungere qualcos'altro da parte dell'artista rispondendo all'esigenza di scrivere e cantare di se, soprattutto dopo le esperienze degli ultimi mesi. “4:15” rappresenta infatti la conclusione di un percorso personale ed artistico che Damiano sta compiendo da due anni a questa parte e che, dal suo primo ingresso in studio, lo ha portato insieme a D4D (Giovanni De Rosa) a produrre il suo album d'esordio.
 
Nel testo c'è ancora una volta molto dell'autore che torna, dopo la fortunatissima ILARY, a parlare dell'amore. L'amore non conosce ostacoli e nemmeno due caratteri divergenti possono fermarlo: ciò che conta è la profondità e l'intensità con cui lo si vive. Attraverso questo sentimento infatti si impara a “sentire” noi stessi e, nonostante le vite che riguardano chi si ma non siano sempre compatibili, l'amore può resistere ed aiutare a trovare i motivi per affrontare i piccoli e grandi drammi che la vita può riservare, anche se si è molto giovani.
 
Il singolo è accompagnato da un video dove tutto ciò viene raccontato attraverso le vite che si svolgono in parallelo dei due innamorati protagonisti, che si incontrano solo nel finale, crea un'atmosfera carica di emozione.
 
"4:15 rappresenta per me la conclusione di un percorso iniziato due anni fa;
dopo l'album, con questo pezzo si aprirà sicuramente un nuovo capitolo per me.
Per il resto come in ogni mio brano, ho preso il cuore e l'ho aperto:
di solito è lì che trovo i versi”
 
 
Ternano, classe 2000, AimaD - Damiano Bonaventura Casicci - è un emergente della scena urban italiana che si presenta con l'intenzione di comunicare tramite la sua voce e i suoi pezzi, messaggi e valori quali la forza interiore, l'amore e la libertà; testi, dove si mescola un livello metrico importante con la melodia, mantenendo una vena decisamente “romantica”.  AimaD è sì un artista testimone del suo tempo, ma si autodefinisce neopoetico. Dalla trap prende i beat ma non si esprime esaltando i modelli culturali dominanti dove il riconoscimento sociale passa attraverso il consumo e l'ostentazione ed è in questo che emerge la sua indole: un talento e un carisma tali da renderlo “trasversale” e distinguibile sin dal primo ascolto.
 
Ancora giovane con grande personalità, AimaD stupisce per la sua schiettezza e sincerità, quasi disarmanti. Sia l'infanzia sia l'adolescenza di Damiano seguono il corso delle vite di tanti ragazzi di oggi che decidono di vivere di musica, per quanto in un contesto come quello della vita in una città di provincia.  Legatissimo alla famiglia, cresce in strada circondato da molti amici, grazie al suo carattere “aggregante” e al suo atteggiamento da leader “nato”. I suoi genitori si separano quando ha appena dieci anni. A scuola non riesce a emergere se non grazie alla musica: “In seconda media la mia professoressa di matematica mi chiese un aiuto con una classe prima che faticava a capire e studiare il Teorema di Pitagora; iniziai a scrivere queste otto barre sul Teorema e quando tornai a casa presi la decisione di scrivere ancora. Avevo capito che per me era un'esigenza, il mio modo migliore per esprimermi, arrivare agli altri e farmi comprendere! è partito tutto da lì”.
 
Il rap, che ascolta sin dall'età di undici anni, è la sua grande passione e grazie a Fabri Fibra e Eminem, ne è rimasto folgorato: “Giocavo a calcio ed ero anche bravo, tanto da poter pensare a una carriera nello sport; lo ritenevo un grande “amore”...anche se già pensavo alla musica come alla mia “amante”.
 
Il 7 giugno scorso AimaD ha pubblicato con ABNormal Records “LA FOLLIA DELL'ESISTERE”, il suo album di esordio, raggiungendo subito ottimi risultati in termini di streaming e di ascolti giornalieri. La track list composta da dodici brani tutti scritti da lui, include i singoli Ilary, Rolling Stone e Ciò che sarà, che usciti nel 2018, già gli avevano consentito di farsi apprezzare da critica e pubblico.
 
A qualche settimana dall'uscita de “LA FOLLIA DELL'ESISTERE” il rapper è stato scelto come opening act di Mahmood e Dardust, in occasione del concerto che il Festival dei Due Mondi di Spoleto ha pensato per il  suo pubblico più giovane. AimaD per la prima volta ha portato la sua musica “live” su un palco importante dimostrando subito tutta la sua energia.  Nei venti minuti di performance ha cantato cinque brani - tra cui ParanoiaBalla con me e la conosciutissima ballad Ilary, con cui ha concluso - ricevendo, grazie al suo talento e carisma, apprezzamenti e ottime critiche, confermando tutte le aspettative.
 
Il progetto musicale di AimaD nasce e si sviluppa a Terni, città post-industriale, storicamente operaia, lontana dai fenomeni musicali del momento, posta in una dimensione lontana dal “mondo delle millemila visualizzazioni” e soprattutto dall'industria musicale. Sembra un discorso anacronistico nel mondo globalizzato in cui viviamo ma se è vero che ci sono infinite possibilità offerte dai social e dalla rete per far conoscere la propria musica, chi nasce e cresce in una città ai margini dello showbiz, ha comunque meno chance e mantiene inevitabilmente uno spirito diverso, una voglia di emergere più forte.
Il suo lavoro è schietto, diretto e sentito dal profondo, soprattutto coraggioso: per un esordiente produrre un intero album - eccezione oggi riservata agli artisti mainstream - è un vero e proprio lusso, una responsabilità che un giovane artista con una produzione indipendente mai si prenderebbe. AimaD nell'album d'esordio racconta la sua storia e per farlo non avrebbe certo potuto affidarsi a singoli brani bensì a uno storytelling che parlasse di lui fino in fondo, traccia dopo traccia.
 
I beat e tutti gli arrangiamenti di AimaD sono affidati a D4D (Giovanni De Rosa) beatmaker e producer che, tenendo fede al gusto musicale di questo giovanissimo artista, lavora con lui in stretta simbiosi, senza quei ruoli predefiniti e troppo spesso separati, beatmaker/rapper; liriche, musica e ogni singolo suono, dai riff di piano, al pulsare della drum machine e della 808, sono frutto di un continuo lavoro a strettissimo contatto l'uno con l'altro. Il risultato ottenuto è un sound che richiama sonorità d'oltreoceano e suoni che ben rappresentano la personalità dell'artista, il “pretesto ideale” sul quale AimaD può raccontare il suo immaginario.
 
READ MORE:
Instagram: aimad_official
Canale ufficiale YouTube : channel/UCMN1lgiVr4qiRJYip_527wg
Facebook: AimaDOfficial

Photo credit: Luigi Rizzo
 

Articoli correlati

News

Rovere: il 25 ottobre esc...

23/10/2019 | luigirizzo

Rovereil 25 ottobre esce in digitale il nuovo progetto“ultima stagione”    “ultima stagione” è il nuovo ep dei rovere, in uscita il 25 ottobre per sony musi...

News

Francesco renga: il 25 ot...

22/10/2019 | luigirizzo

Francesco renga  il 25 ottobre esce il singolo inedito“normale” feat. Ermal metain radio e sulle piattaforme digitalie da oggi in preorder e presavehttps://smi.Lnk....

News

Pentatonix “the world t...

22/10/2019 | luigirizzo

Barley arts presentapentatonix “the world tour” arriva a milano il 30 marzo 2020 i biglietti per lo show all'alcatraz in vendita dal 25 ottobre     i pentatoni...

2445150 foto scattate

16346835 messaggi scambiati

637 utenti online

1014 visitatori online