AABU - Basta scegliere

In uscita l'8 novembre 2016 e presentato in anteprima Venerdì 14 ottobre, al COVO CLUB di Bologna, con un release party che vedrà l'album suonato live per la sua interezza, Basta Scegliere è il nuovo lavoro in studio degli AABU, band bolognese formata da Emanuele Sgargi alla Voce,  Alessandro Cairo e Mattia Pace alle Chitarre, Michele Zappoli al  Basso e Sonia Bondi alla Batteria.
 
Si tratta di un doppio album prodotto e registrato al Noise Factory di Milano da Alessio Camagni e non è possibile parlare di Basta Scegliere senza prima sottolineare la coraggiosa scelta fatta dalla bad emiliana di proporre in contemporanea 2 versioni differenti delle stesse 8 canzoni che compongono l'album.
Ebbene sì, i due cd che compongono il disco contengono le stesse canzoni, con le stesse melodie, gli stessi arrangiamenti e gli stessi testi.
 
Quello che differenzia le 2 versioni, nelle intenzioni della band, sono le sonorità: melodiche nelle prime versioni contenute nel cd chiamato "Fiore", aggressive in quelle contenute nel cd "Pugno".
 
Ascoltando l'album l'esperimento funziona perfettamente per alcune tracce, con picchi positivi su brani come Arianna, mentre su altre canzoni (purtroppo la maggioranza) la differenza di intenzioni tra le due versioni si assottiglia troppo andando a vanificare il concept stesso che è alla base del lavoro, infatti, ad un ascolto distratto, risulta praticamente impossibile indovinare a quale delle due anime appartiene l'una o l'altra versione delle canzoni.
 
Questo difetto importante viene messo in secondo piano dalla qualità degli arrangiamenti, delle composizioni e sopratutto dai testi che non risultano mai banali (si possono ancora scrivere bei testi anche in italiano!). Gli AABU in definitiva sanno suonare e lo sanno fare bene, non sono rock come si definiscono, ma sicuramente sono Pop e suonano questo genere egregiamente, molto vicini ai migliori Perturbazione se vogliamo scomodare un paragone.
 
Una band che se riuscirà a definire meglio questi ultimi dettagli in ambito di identità sonora, farà sicuramente parlare molto di sé nel prossimo futuro.

Articoli correlati

Recensioni

Gogol bordello - “seekers and finders...

04/10/2017 | leslie-fadlon

Sono finalmente tornati i gipsy punk rockers dei gogol bordello, questa volta con il disco “seekers and finders”, per la prima volta su etichetta cooking vinyl/edel. ...

Recensioni

Foo fighters - "concrete and gold"

22/09/2017 | leslie-fadlon

Comincia in maniera alquanto eloquente, con le parole ''i don't wanna be king i just wanna sing a song'' il nuovissimo disco dei foo fighters: "concrete and gold". dopo l...

Recensioni

Lcd soundsystem - “american dream

19/09/2017 | leslie-fadlon

“american dream” è l'eclatante disco che ha portato nuovamente sulle scene gli lcd soundsystem. questo nuovo album è uscito venerdi 1 settembre per col...

2445150 foto scattate

15392703 messaggi scambiati

633 utenti online

1007 visitatori online